Caos nelle commissioni tributarie

L’articolo 27 del Dl Ristori che disciplina le misure urgenti relative allo svolgimento dei processi tributari è oggetto delle critiche di avvocati e professionisti

Commissione tributaria

Il Dl Ristori ha cancellato, naturalmente solo momentaneamente, le discussioni pubbliche nel processo tributario.
Quindi, a partire da lunedì 2 novembre, le commissioni tributarie regionali e provinciali si sono adeguate alla nuova disciplina creata per ostacolare l’aumento incontrollato di contagi e di nuovi procedimenti tributari.

Le videoudienze previste dal Dl Ristori non sono una novità assoluta, infatti, già nel 2018, con il Dl 119, veniva introdotta la possibilità di effettuare le udienze del processo tributario in maniera telematica, strumento che però non è mai stato visto di buon occhio dagli operatori e quindi mai vastamente utilizzato.

Il Dl Ristori esplicita che “lo svolgimento delle udienze pubbliche e camerali e delle camere di consiglio con collegamento da remoto è autorizzato”, purtroppo però le commissioni non hanno a disposizione la dotazione tecnologica necessaria per avviare il processo di digitalizzazione delle udienze.

In alternativa all’udienza telematica il dl ristori prevede come “alternativa alla discussione con collegamento da remoto, le controversie fissate per la trattazione in udienza pubblica, passano in decisione sulla base degli atti”.
Di fatto è ciò che sta accadendo nelle commissioni tributarie sparse per il territorio nazionale secondo l’Unione camere avvocati tributaristi (UNCAT) che con una nota ha dichiarato che “la trattazione da remoto di fatto non è possibile praticamente in tutte le Commissioni, mentre ci risulta che solo in tre (Ctr Piemonte, Ctp Torino e Ctp Rovigo) accettino di rinviare le udienze piuttosto che passare alla discussione in forma scritta e questa per noi è una lesione del principio del contraddittorio”.

Tutto ciò ha generato malcontento nelle categoria di avvocati e commercialisti che, la scorsa settimana, in Senato si sono schierati a favore del rinvio delle udienze piuttosto che della trattazione cartolare. E insieme con le rappresentanze di avvocati, tributaristi e magistrati, riuniti nel tavolo della riforma tributaria, hanno chiesto alle Finanze uno sprint “per l’approvazione delle regole tecnico-operative necessarie” per le udienze da remoto. “Siamo in clamoroso ritardo – commenta Postal – e il Dl Ristori deve diventare l’occasione per rendere obbligatoria la videoudienza”

commissione tributaria

Il Dl Ristori ha cancellato, naturalmente solo momentaneamente, le discussioni pubbliche nel processo tributario.
Quindi, a partire da lunedì 2 novembre, le commissioni tributarie regionali e provinciali si sono adeguate alla nuova disciplina creata per ostacolare l’aumento incontrollato di contagi e di nuovi procedimenti tributari.

Le videoudienze previste dal Dl Ristori non sono una novità assoluta, infatti, già nel 2018, con il Dl 119, veniva introdotta la possibilità di effettuare le udienze del processo tributario in maniera telematica, strumento che però non è mai stato visto di buon occhio dagli operatori e quindi mai vastamente utilizzato.

Il Dl Ristori esplicita che “lo svolgimento delle udienze pubbliche e camerali e delle camere di consiglio con collegamento da remoto è autorizzato”, purtroppo però le commissioni non hanno a disposizione la dotazione tecnologica necessaria per avviare il processo di digitalizzazione delle udienze.

In alternativa all’udienza telematica il dl ristori prevede come “alternativa alla discussione con collegamento da remoto, le controversie fissate per la trattazione in udienza pubblica, passano in decisione sulla base degli atti”.
Di fatto è ciò che sta accadendo nelle commissioni tributarie sparse per il territorio nazionale secondo l’Unione camere avvocati tributaristi (UNCAT) che con una nota ha dichiarato che “la trattazione da remoto di fatto non è possibile praticamente in tutte le Commissioni, mentre ci risulta che solo in tre (Ctr Piemonte, Ctp Torino e Ctp Rovigo) accettino di rinviare le udienze piuttosto che passare alla discussione in forma scritta e questa per noi è una lesione del principio del contraddittorio”.

Tutto ciò ha generato malcontento nelle categoria di avvocati e commercialisti che, la scorsa settimana, in Senato si sono schierati a favore del rinvio delle udienze piuttosto che della trattazione cartolare. E insieme con le rappresentanze di avvocati, tributaristi e magistrati, riuniti nel tavolo della riforma tributaria, hanno chiesto alle Finanze uno sprint “per l’approvazione delle regole tecnico-operative necessarie” per le udienze da remoto. “Siamo in clamoroso ritardo – commenta Postal – e il Dl Ristori deve diventare l’occasione per rendere obbligatoria la videoudienza”

Codici e leggi

Codice Ambiente

Codice Antimafia

Codice Antiriciclaggio

Codice Civile

Codice Crisi d’Impresa

Codice dei Beni Culturali

Codice dei Contratti Pubblici

Codice del Consumo

Codice del Terzo Settore

Codice del Turismo

Codice dell’Amministrazione Digitale

Codice della Navigazione

Codice della Privacy

Codice della Protezione Civile

Codice della Strada

Codice delle Assicurazioni

Codice delle Comunicazioni Elettroniche

Codice delle Pari Opportunità

Codice di Procedura Civile

Codice di Procedura Penale

Codice Giustizia Contabile

Codice Penale

Codice Processo Amministrativo

Codice Processo Tributario

Codice Proprietà Industriale

Codice Rosso

Costituzione

Decreto Cura Italia

Decreto Legge Balduzzi

Disposizioni attuazione Codice Civile e disposizioni transitorie

Disposizioni di attuazione del Codice di Procedura Civile

Disposizioni di attuazione del Codice Penale

DPR 445 – 2000

Legge 104

Legge 23 agosto 1988 n 400

Legge 68 del 1999 (Norme per il diritto al lavoro dei disabili)

Legge Basaglia

Legge Bassanini

Legge Bassanini Bis

Legge Cambiaria

Legge Cure Palliative

Legge Di Bella

Legge Diritto d’Autore

Legge Equo Canone

Legge Fallimentare

Legge Gelli-Bianco

Legge Mediazione

Legge Pinto

Legge Severino

Legge Sovraindebitamento

Legge sul Divorzio

Legge sul Procedimento Amministrativo

Legge sulle Locazioni Abitative

Legge Testamento Biologico

Legge Unioni Civili

Norme di attuazione del Codice di Procedura Penale

Ordinamento Penitenziario

Preleggi

Statuto dei Lavoratori

Statuto del Contribuente

Testo Unico Bancario

Testo Unico Edilizia

Testo Unico Enti Locali

Testo Unico Espropri

Testo Unico Imposte sui Redditi

Testo Unico Iva

Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza

Testo Unico Sicurezza Lavoro

Testo Unico Stupefacenti

Testo Unico Successioni e Donazioni

Testo Unico sul Pubblico Impiego

Testo Unico sull’Immigrazione

Altre leggi

Codice Deontologico Forense

Codici Deontologici

Disciplina comunitaria e internazionale

Office Advice © 2020 – Tutti i diritti riservati – P.IVA 02542740747