Allarme Confcommercio: 305 mila le imprese al collasso

Secondo uno studio condotto da Confcommercio sarebbero pari a poco più di 300mila le imprese che si accingono alla chiusura a causa delle difficoltà economiche conseguenti al Covid-19.

Allarme confcommercio

Il 2020, l’anno del Covid per antonomasia, è stato un anno difficile soprattutto per le imprese italiane: il virus ha causato una riduzione dei consumi pari al -10.8% che si traduce in una perdita di 120 miliardi di euro rispetto al 2019.
L’abbattimento dei consumi ha prodotto, di conseguenza, effetti negativi sulla vita delle imprese che hanno incassato e lavorato molto meno rispetto agli anni passati.
Confcommercio ha stimato, attraverso uno studio basato sui dati delle aziende del nostro Paese, la chiusura definitiva di ben 390mila imprese contro l’apertura di 85mila nuove aziende. La differenza di questi numeri misura il deficit di mortalità imprenditoriale del 2020 pari a 305mila imprese.
Un bilancio piuttosto amaro che conferma il trend economico negativo causato dall’emergenza coronavirus. L’unico settore a non aver subito l’influenza negativa della pandemia è quello alimentare. I più colpiti, invece, il settore del commercio (non alimentare) e dei servizi. Vediamo nel dettaglio il calo registrato in misura percentuale rispetto al 2019 dei principali settori colpiti.

SETTORICALO IN % RISPETTO AL 2019
Abbigliamento e calzature-17.1%
Venditori ambulanti-10.1%
Distributori di carburante-10.1%
Agenzie viaggio-21.7%
Bar e ristoranti-14.4%
Trasporti-14.2%

Per quanto riguarda il settore artistico e sportivo il bilancio è ancora più grave: un’impresa su tre è stata costretta alla chiusura.

Un resoconto severo che tende ad essere ancora più drammatico se spostiamo la lente d’ingrandimento sull’attività autonoma: la situazione economica, infatti, è drastica anche per l’attività dei liberi professionisti e i lavoratori autonomi. Questi, infatti, prima di tutti hanno accusato il duro colpo. La domanda è: il bonus pari a €600 e €1000 prima e l’indennità straordinaria di continuità reddituale operativa (Iscro) in programma per il 2021 saranno sufficienti a tenere in vita l’attività di questi lavoratori e risollevarli dalle macerie del covid-19?
La risposta non sembra essere positiva dato che Confcommercio ha previsto la chiusura di 200 mila tra professionisti e lavoratori autonomi di ogni settore.

allarme confcommercio

Il 2020, l’anno del Covid per antonomasia, è stato un anno difficile soprattutto per le imprese italiane: il virus ha causato una riduzione dei consumi pari al -10.8% che si traduce in una perdita di 120 miliardi di euro rispetto al 2019.
L’abbattimento dei consumi ha prodotto, di conseguenza, effetti negativi sulla vita delle imprese che hanno incassato e lavorato molto meno rispetto agli anni passati.
Confcommercio ha stimato, attraverso uno studio basato sui dati delle aziende del nostro Paese, la chiusura definitiva di ben 390mila imprese contro l’apertura di 85mila nuove aziende. La differenza di questi numeri misura il deficit di mortalità imprenditoriale del 2020 pari a 305mila imprese.
Un bilancio piuttosto amaro che conferma il trend economico negativo causato dall’emergenza coronavirus. L’unico settore a non aver subito l’influenza negativa della pandemia è quello alimentare. I più colpiti, invece, il settore del commercio (non alimentare) e dei servizi. Vediamo nel dettaglio il calo registrato in misura percentuale rispetto al 2019 dei principali settori colpiti.

SETTORICALO IN % RISPETTO AL 2019
Abbigliamento e calzature-17.1%
Venditori ambulanti-10.1%
Distributori di carburante-10.1%
Agenzie viaggio-21.7%
Bar e ristoranti-14.4%
Trasporti-14.2%

Per quanto riguarda il settore artistico e sportivo il bilancio è ancora più grave: un’impresa su tre è stata costretta alla chiusura.

Un resoconto severo che tende ad essere ancora più drammatico se spostiamo la lente d’ingrandimento sull’attività autonoma: la situazione economica, infatti, è drastica anche per l’attività dei liberi professionisti e i lavoratori autonomi. Questi, infatti, prima di tutti hanno accusato il duro colpo. La domanda è: il bonus pari a €600 e €1000 prima e l’indennità straordinaria di continuità reddituale operativa (Iscro) in programma per il 2021 saranno sufficienti a tenere in vita l’attività di questi lavoratori e risollevarli dalle macerie del covid-19?
La risposta non sembra essere positiva dato che Confcommercio ha previsto la chiusura di 200 mila tra professionisti e lavoratori autonomi di ogni settore.

Codici e leggi

Codice Ambiente

Codice Antimafia

Codice Antiriciclaggio

Codice Civile

Codice Crisi d’Impresa

Codice dei Beni Culturali

Codice dei Contratti Pubblici

Codice del Consumo

Codice del Terzo Settore

Codice del Turismo

Codice dell’Amministrazione Digitale

Codice della Navigazione

Codice della Privacy

Codice della Protezione Civile

Codice della Strada

Codice delle Assicurazioni

Codice delle Comunicazioni Elettroniche

Codice delle Pari Opportunità

Codice di Procedura Civile

Codice di Procedura Penale

Codice Giustizia Contabile

Codice Penale

Codice Processo Amministrativo

Codice Processo Tributario

Codice Proprietà Industriale

Codice Rosso

Costituzione

Decreto Cura Italia

Decreto Legge Balduzzi

Disposizioni attuazione Codice Civile e disposizioni transitorie

Disposizioni di attuazione del Codice di Procedura Civile

Disposizioni di attuazione del Codice Penale

DPR 445 – 2000

Legge 104

Legge 23 agosto 1988 n 400

Legge 68 del 1999 (Norme per il diritto al lavoro dei disabili)

Legge Basaglia

Legge Bassanini

Legge Bassanini Bis

Legge Cambiaria

Legge Cure Palliative

Legge Di Bella

Legge Diritto d’Autore

Legge Equo Canone

Legge Fallimentare

Legge Gelli-Bianco

Legge Mediazione

Legge Pinto

Legge Severino

Legge Sovraindebitamento

Legge sul Divorzio

Legge sul Procedimento Amministrativo

Legge sulle Locazioni Abitative

Legge Testamento Biologico

Legge Unioni Civili

Norme di attuazione del Codice di Procedura Penale

Ordinamento Penitenziario

Preleggi

Statuto dei Lavoratori

Statuto del Contribuente

Testo Unico Bancario

Testo Unico Edilizia

Testo Unico Enti Locali

Testo Unico Espropri

Testo Unico Imposte sui Redditi

Testo Unico Iva

Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza

Testo Unico Sicurezza Lavoro

Testo Unico Stupefacenti

Testo Unico Successioni e Donazioni

Testo Unico sul Pubblico Impiego

Testo Unico sull’Immigrazione

Altre leggi

Codice Deontologico Forense

Codici Deontologici

Disciplina comunitaria e internazionale

Office Advice © 2020 – Tutti i diritti riservati – P.IVA 02542740747