A Redigere l’inventario ed apporre i sigilli;
B Redigere la relazione sulle cause del dissesto;
C Redigere ogni sei mesi una relaziona riepilogativa delle attività svolte;
D Redigere, o revisionare, il bilancio dell’ultimo esercizio fiscale del fallito;
E Analizzare le domande di richiesta di ammissione al passivo, redigere gli elenchi dei creditori e depositare il progetto di stato passivo;
F Comparire all’udienza di discussione dello stato passivo
G Analizzare le domande di richiesta di ammissione al passivo tardive;
H Chiedere la revocazione avversa ad un decreto del giudice di ammissione di un credito/garanzia quando ha scoperto che questo sia generato da falso, dolo o errore sostanziale;
I Impugnare il decreto di ammissione di un credito con cui contestare che una domanda analoga non sia stata accolta;
L Depositare istanza al tribunale per non procedere all’accertamento del passivo per insufficiente realizzo dell’attivo (art. 102 l. fall);
M Redigere il programma di liquidazione entro 60 giorni dal deposito dell’inventario e, una volta approvato dal comitato, procedere alla liquidazione;
N Depositare ogni 4 mesi una relazione contenente le somme disponibili;
O Redigere una relazione sulla sua gestione dopo aver liquidato l’attivo;
P Depositare richiesta di chiusura del fallimento secondo le modalità previste dall’art. 118 della legge fallimentare.