Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

L’asta giudiziaria telematica

Con la revisione dell’articolo 569 c.p.c. nel 2016 è stato introdotto l’obbligo di esperire le procedure di vendita giudiziaria per mezzo delle aste telematiche. L’unico caso di esclusione di tale tipologia di vendita è prevista, dal medesimo articolo, per l’ipotesi in cui da questo genere di procedura possa derivare un grave pregiudizio per i creditori.

1. Cosa sono le aste telematiche giudiziarie?

Attraverso l’asta telematica giudiziaria è possibile acquistare uno, o più beni, facenti parte di una determinata procedura esecutiva.

Essendo telematica, quindi, prevede la possibilità di partecipare all’asta giudiziaria da remoto, avvalendosi cioè di alcuni strumenti informatici che permettono la partecipazione a distanza.

Vediamo, quindi, come funziona un’asta telematica, quanti tipi ne sono disciplinati dalla legge e come partecipare.

2. Quanti tipi di aste telematiche giudiziarie sono previste dal nostro ordinamento?

Il regolamento procedurale delle aste telematiche è contenuto nel D.M. 32 del 2015 che, oltre a disciplinare gli obblighi del gestore della vendita telematica, le modalità di presentazione delle offerte e partecipazione all’asta, individua tre tipologie di asta telematica, ovvero: la sincrona, la sincrona mista e la asincrona. Vediamo di seguito le peculiarità dei singoli procedimenti.

2.1 Vendita sincrona

Per partecipare all’asta sincrona è necessario presentare offerta di acquisto, al gestore della vendita, mediante casella di posta elettronica certificata per la vendita telematica.

Le caratteristiche principali di questo tipo di vendita sono:

  • La presentazione dell’offerta può avvenire esclusivamente in modalità telematica;
  • L’arco temporale in cui l’offerta può essere presentata è molto ridotto;
  • Venditore e offerenti sono connessi simultaneamente al portale di vendita nell’arco temporale prestabilito.

Questo genere di caratteristiche conduce, quindi, ad una gara simultanea per l’acquisizione del bene, che si conclude quando vi è più alcun rilancio sull’ultima offerta, nel termine indicato nell’avviso di vendita.

2.2. Vendita sincrona mista

L’asta effettuata in modalità sincrona mista ha le stesse caratteristiche della vendita sincrona, ad eccezione del fatto che le offerte, oltre alla possibilità di presentazione in via telematica, possono essere presentate anche comparendo dinanzi al giudice o al professionista delegato.

In questo caso viene appunto definita procedura mista, poiché chi ha presentato offerta telematica, procederà nella partecipazione della procedura in via esclusivamente telematica; chi, invece, ha presentato domanda nella tradizionale modalità analogica, parteciperà alla procedura comparendo personalmente dinanzi al delegato alla vendita il giorno e l’ora prestabilita nell’avviso di vendita.

2.3 Vendita asincrona

L’asta in modalità asincrona, invece, è prevista nel caso in cui il giudice disponga la vendita del bene senza incanto e la gara, quindi, potrà svolgersi mediante rilanci compiuti nell’ambito di un più ampio spazio temporale e, inoltre, non è ritenuta necessaria la simultanea presenza del giudice o del professionista delegato.

L’offerta, in questo caso, dovrà essere effettuata in modalità esclusivamente telematica, nel termine utile indicato per effettuare la verifica di ammissibilità.

In caso di più offerte valide, verrà indetta nuova gara telematica tra coloro che hanno presentato già offerte valide e la base d’asta di partenza corrisponderà al prezzo più alto offerto durante il primo periodo di presentazione delle offerte. La nuova gara godrà, quindi, di un nuovo arco temporale in cui i partecipanti potranno presentare nuovi rilanci fino al termine della stessa.

Ad ogni parte verrà comunicata, dal delegato alla vendita, ogni rilancio effettuato dagli altri partecipanti sino al termine della procedura.

3. Come partecipare ad un’asta telematica giudiziaria?

Per una corretta partecipazione ad un’asta giudiziaria telematica è necessario seguire quelle che sono le “istruzioni” di partecipazione contenute nell’avviso di vendita del bene a cui si è interessati.

Anche se sono previste diverse modalità di svolgimento d’asta telematica, il contenuto dell’offerta e la sua relativa trasmissione, sono comunemente disciplinati dagli artt. 12 e 13 del D.M. 32 del 2015 e le relative caratteristiche saranno trattate nei successivi paragrafi.

3.1 Presentazione dell’offerta

La trasmissione dell’offerta e i documenti che dovranno essere allegati, avviene mediante l’utilizzo di posta elettronica certificata.

Ciascun messaggio di posta elettronica certificata per la vendita telematica contiene, anche in allegato, l’attestazione del gestore della casella di posta elettronica certificata per la vendita telematica di aver provveduto al rilascio delle credenziali previa identificazione del richiedente a norma del regolamento contenuto nel D.M. 32/2015.

Il deposito dell’offerta si intende perfezionato nel momento in cui viene generata la ricevuta di avvenuta consegna da parte del gestore di posta elettronica certificata del ministero di giustizia.

3.2 Contenuto dell’offerta

Per essere ritenuta valida, l’offerta telematica dovrà contenere:

  • Dati anagrafici dell’offerente comprensivi del codice fiscale o, se persona giuridica, della partita iva;
  • L’ufficio giudiziario responsabile del procedimento;
  • Il numero di ruolo generale della procedura;
  • Dato identificativo del lotto che si intende acquistare e descrizione del bene;
  • Indicazione del referente della procedura;
  • Giorno e ora di inizio delle operazioni di vendita;
  • Prezzo offerto;
  • Importo versato a titolo di cauzione;
  • Data orario e numero di Cro del bonifico effettuato per la cauzione;
  • Indirizzo PEC utilizzato per trasmettere l’offerta e per ricevere comunicazioni;
  • Recapito di telefonia mobile.

I documenti allegati, infine, dovranno essere convertiti in formato informatico e cifrati.

4. I principali siti online di aste giudiziarie

Di seguito un elenco dei principali siti italiani, autorizzati dal Ministero della Giustizia che si occupano di vendite giudiziarie online:

Office Advice Logo

Office Advice © 2020 – Tutti i diritti riservati