Analisi dei rapporti con gli istituti di credito

Hai il dubbio che la banca stia addebitando dei costi illegittimi al tuo contratto di mutuo o di finanziamento? Chiedi agli specialisti di officeadvice.it di analizzare il contratto sottoscritto con la tua banca e, se dovesse emergere la violazione delle norme antiusura da parte della banca, potrai avere diritto alla restituzione di tutte le somme previste dal contratto di mutuo che eccedono la sorte capitale effettivamente richiesta.

Tariffa

Analisi contratto

89
00
iva inclusa
  • Analisi contratti di mutuo e finanziamento

Documentazione necessaria per

a. Analisi mutui e finanziamenti

Analisi mutui e finanziamenti
  • Copia della polizza assicurativa collegata al mutuo o al finanziamento;
  • copia degli estratti conto e/o ricevute di accredito e pagamento;
  • copia di ogni ulteriore documentazione ricevuta dall’istituto di credito.

b. Analisi conto corrente bancario

Analisi conto corrente bancario
  • Copia contratto di conto corrente;
  • copia contratto di fido;
  • copia contratto anticipo fatture;
  • copia mutuo e/o piano di rientro;
  • copia estratto conto e prospetti scalari;
  • copia di ogni documentazione ricevuta dalla banca.

c. Analisi derivati o swap

Analisi derivati o swap
  • Copia contratto quadro;
  • copia contratti-ordini e conferme di compravendita;
  • copia estratti conto corrente collegato agli strumenti finanziari;
  • copia di ogni ulteriore documento ricevuto dall’istituto di credito.

d. Analisi carte revolving

Analisi carte revolving
  • Copia contratto di finanziamento;
  • copia estratti del conto corrente collegati al finanziamento;
  • copia estratti conto e/o ricevute di accredito e pagamento;
  • copia di ogni altro documento ricevuto dall’istituto di credito.

e. Cessione del quinto

Cessione del quinto
  • Copia contratto di finanziamento;
  • copia polizza assicurativa collegata al finanziamento;
  • copie buste paga attestanti i bonifici periodici;
  • copia di ogni documento ricevuto dalla banca.

f. Fideiussioni nulle

Fideiussioni nulle
  • Copia contratto di fideiussione;
  • copia di eventuali modifiche o integrazioni alla fideiussione originaria;
  • copia contratti di affidamento;
  • copia di eventuali ulteriori garanzie rilasciate in favore dell’istituto di credito;
  • copia estratti conto collegati alla garanzia;
  • copia di ogni altro documento sottoscritto con l’istituto di credito.

Approfondimenti

1. Usura bancaria: l’applicazione di tassi oltre il limite consentito dalla legge

Prima dell’introduzione della legge 108 del 7 marzo 1996 gli istituti di credito potevano determinare liberamente i costi a carico del cliente per l’erogazione del prestito a loro richiesto.
Con l’introduzione della predetta legge, invece, sono stati posti dei limiti in ragione dei costi applicabili sulla concessione di un credito.
L’art. 2 della predetta legge, infatti, prevede che il costo del denaro non potrà mai superare “il tasso effettivo globale medio, comprensivo di commissioni, di remunerazioni a qualsiasi titolo e spese, escluse quelle per imposte e tasse, riferito ad anno, degli interessi praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari iscritti negli elenchi..”.
Il tasso limite indicato nell’articolo 2, detto anche “tasso soglia d’usura”, viene indicato con cadenza trimestrale sulla gazzetta ufficiale.

2. Cosa accade se viene accertato il superamento del tasso soglia

Se dall’analisi della documentazione emerge il superamento del tasso soglia previsto dalla legge, per l’effetto del secondo comma dell’articolo 1815 del codice civile il debitore non dovrà più corrispondere alcuna somma a titolo di interessi e potrà, altresì, chiedere la restituzione di tutte le somme indebitamente versate.
Sarà poi oggetto di separata valutazione la possibilità di chiedere anche un ulteriore risarcimento del danno.

3. Il diverso fenomeno dell’anatocismo

Costituisce altra pratica non consentita dalla legge il cosiddetto fenomeno dell’anatocismo. L’anatocismo bancario consiste nell’applicazione di interessi sugli stessi interessi maturati e non pagati in virtù dell’erogazione di un determinato capitale.
È l’articolo 1283 del codice civile a vietare l’utilizzo di questa pratica di calcolo.
Qualora dovesse emergere l’applicazione della pratica anatocistica, l’istituto bancario sarà condannato alla restituzione delle somme indebitamente percepite oltre alla corresponsione degli interessi legali.

4. Tutela legale

Qualora dall’analisi del rapporto bancario dovessero emergere l’applicazione di pratiche anatocistiche o l’applicazione di costi superiori a quelli consentiti dalla legge, il debitore potrà agire giudizialmente per rivendicare i propri diritti.
In tal caso, però, prima di intraprendere un giudizio presso le aule giudiziarie ordinarie, costituisce condizione di procedibilità della domanda giudiziale l’esperimento del tentativo di mediazione previsto dall’art. 5 del d.lgs. 28/2010 o, in alternativa, il procedimento previsto dall’art. 128-bis T.U.B.

5. Tempo necessario per l’analisi della documentazione da parte di officeadvice.it

Officeadvice.it si impegna ad analizzare l’intera documentazione trasmessa dal cliente nel termine di tre giorni lavorativi a far data dall’avvenuto pagamento.